Top Manager Reputation: ad aprile si confermano sul podio Starace, Elkann e Descalzi

 
di Andrea Barchiesi in: Top Manager
10 Maggio 2021 1 min
Ad aprile Francesco Starace (74,75) si conferma primo nella classifica Top Manager Reputation, l’Osservatorio permanente di Reputation Science sulla reputazione online dei vertici delle aziende attive in Italia.

L’ad di Enel è tra i dieci top manager della «Ceo Alliance for Europe’s Recovery, Reform and Resilience» che investiranno 100 miliardi per rendere le proprie aziende carbon neutral; il manager ha incontrato Draghi e Cingolani in una riunione sulla transizione ecologica.

Guadagna il secondo posto John Elkann (74,06) che ha confermato l’arrivo di una Ferrari 100% elettrica nel 2025 e ha dichiarato che Stellantis nel 2021 triplicherà le vendite dell’elettrico. Terzo, Claudio Descalzi (73,70), ad di Eni che ha lanciato la piattaforma digitale Open-es per la sostenibilità nelle filiere industriali, siglato accordi per rafforzare la partnership con Sonatrach, confermato l’impegno in Libia e incontrato il presidente dell’Angola.

Dal quarto al sesto posto si confermano: Carlo Messina (68,67) intervenuto al Sustainable Economy Forum; Giorgio Armani (68,47), tra i primi in Lombardia a dare il via alla campagna vaccinale anti Covid-19 in azienda e che vestirà con EA7 l’Italia Team alle Olimpiadi e Paraolimpiadi; Urbano Cairo (65,84). Sale in settima e guadagna una posizione, Matteo Del Fante (62,70), seguito da Fabrizio Palermo (62,49) e Gianfranco Battisti (62,23). Più tre e posizione dieci per Renzo Rosso (60,18): al lavoro con Holding Otb per un nuovo centro vaccini a Bassano Del Grappa, sostiene i talenti cinesi con Uy Prize. Undicesimo posto per Remo Ruffini (59,96) seguito da Renato Mazzoncini di A2A (59,94) e Marco Alverà (59,88). Guadagna tre posizioni e va in quattordicesima Diego Della Valle (58,75), tra i finanziatori dei caschi respiratori per i malati Covid, ha visto il titolo di Tod’s volare in borsa dopo l’ingresso di Chiara Ferragni nel cda.

In Top 100 (www.topmanagers.it) crescite rilevanti di: Stefano Donnarumma (19° +12), ad di Terna, grazie a risultati 2020 molto positivi; Ennio Doris (23°, +13), ampie riprese per l’intervista al «Messaggero» a tutto campo; Elisabetta Ripa (33°, +7) che si prefigge di cablare l’Italia entro il 2026; Maurizio Tamagnini (56°, +12), tra i protagonisti dell’M&A Summit del «Sole24Ore» e alla presentazione del XII Osservatorio Aub sulle imprese familiari.