eu-gdpr

Privacy e diritto all’oblio: con il General Data Protection Europeo cambiano le regole

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Il nuovo Regolamento Europeo General Data Protection entrerà in vigore a partire da Maggio del 2018. Esso andrà ad armonizzare le attuali normative in tema di privacy, diritto alla portabilità e diritto all’oblio offrendo quindi una maggiore tutela e assistenza ai cittadini europei. I punti fondamentali su cui si focalizza il nuovo regolamento sono: l’impossibilità di trasferire[…]

CyberBullismo

Contenuti lesivi: il Garante della Privacy potrebbe avere il potere di cancellarli entro 24 ore, ma la norma è applicabile?

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

È all’esame del Senato il DDL per contrastare e prevenire il bullismo e il cyberbullismo che potrebbe rafforzare le funzioni del Garante della Privacy permettendogli di cancellare i contenuti lesivi presenti sul web, entro 24 ore dalla richiesta dell’interessato. La tutela, che era nata soprattutto per proteggere i minori, dovrebbe essere estesa a tutti, anche ai maggiorenni. Anche se gli[…]

tribunale

Giudice di Milano va contro il Garante e Google e sentenzia l'”oscuramento” di una notizia non più rilevante

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Il Tribunale Civile di Milano accoglie la richiesta di rimozione di un articolo del 2010 su un blog dopo che sia il Garante della Privacy che Google  la avevano rigettata (per il persistere dell’interesse pubblico e per l’assenza di contenuti diffamatori). Il giudice di Milano però smonta queste motivazioni e fa valere il diritto della professoressa alla “protezione[…]

oblio

Il diritto di cronaca vince sul diritto all’oblio: lo stabilisce il Garante della Privacy

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Qualche mese fa la Corte di Cassazione con la sentenza n.13161 del 24 giugno aveva stabilito la durata temporale del diritto di cronaca sul web, due anni. Dopo questo intervallo di tempo sulla pubblicazione online di notizie riguardanti un determinato soggetto, si sarebbe fatto valere il diritto all’oblio e alla privacy -cioè la possibilità di[…]